by  in alimentazione, Salute Leave a Comment

Dieta CHETOGENICA. Percentuali dei macronutrienti

DIETA CHETOGENICA

La dieta chetogenica permette di perdere adipe velocemente e facilmente. Leggi come seguire e com’è formata una dieta chetogenica. Ti darà una mano per dimagrire e perdere SOLO adipe e non perdere peso in generale. Perdere peso in generale significa perdere grasso, liquidi e muscoli, mentre perdere il tuo obbiettivo e perdere solo adipe e liquidi in eccesso. Per iniziare questo articolo vado subito nello spiegare cos’è la dieta chetogenica, dato che questo  genere di articoli , vengono letti anche da persone profane in materia e che vogliono saperne di più sull’argomento che hanno sentito dire da qualcuno e letto su qualche sito web.

 

La dieta chetogenica è un tipo di regime alimentare capace di stimolare il metabolismo inducendolo a bruciare le risorse di grasso presenti nell’ADIPOCITA ( cellula che ha la funzione di stoccare, sintetizzare e cedere grasso).Il nome di questo regime alimentare è dipeso dai corpi chetogeni che vengono liberati nell’organismo e prodotti dal fegato.

La dieta chetogenica, NON ha percentuali di macro nutrienti fisse. ( protidi, glucidi, lipidi ) . La percentuale di essi viene stabilita da altri fattori e valori positivi o negativi, che si scaturiscono in ognuno di noi, attraverso la stimolazione di un piano alimentare come questo.

percentuali macro nutrienti della dieta chetogenica

Sappiamo che gli ormoni fanno parte di fattori imputati alla nostra salute ed al controllo di alcune funzioni fisiologiche dell’organismo. Parte di questi ormoni possono avere delle oscillazioni durante il giorno dette oscillazioni circadiane , ma possono avere anche oscillazioni stagionali, in base alla stagione in cui ci troviamo. I loro valori dipendo anche da fattori endogeni ed esogeni cioè da fattori interni ed esterni che possono far incrementare o diminuire i livelli gli ormoni. Per chiarire questo punto, vado subito a fare un esempio. Il cortisolo ha delle oscillazioni sia circadiane ,stagionali ,ma anche oscillazioni dipese da fattori che il nostro organismo reputa stressanti come in questo caso una dieta TROPPO RIGIDA.

Dieta troppo rigida, non vuol dire solo in termini di quantità di kcal necessarie per il FCG ( Fabbisogno Calorico Giornaliero ) ma anche per una dieta troppo povera di glucidi.

FUNZIONALITA’ DEI GLUCIDI

Molti tessuti del corpo umano , per il corretto funzionamento dell’organismo , necessitano di una dose minima giornaliera di glucosio. Questi si chiamano tessuti glucosio-dipendenti.

  1. Retina e Cristallino
  2. Midollo osseo
  3. formazione di eritrociti e leucociti ( rossi e bianchi)
  4. testicoli
  5. Sistema nervose centrale (SNC)
  6. Muscoli scheletrici e precisamente le fibre di tipo 2

Qui capiamo che i glucidi sono fondamentali è anche per il funzionamento del cervello in quanto contengono zuccheri che vengono trasformati in glucosio, benzina per questo organo .Si è scoperto però un adattamento da parte del cervello ad una carenza di glucosio ma SOLO se questo regime alimentare è prolungato nel tempo .I corpi chetogeni assomigliano agli zuccheri come ad esempio la capacità di essere sfruttati in brevissimo tempo. Sappiamo anche che i muscoli si contraggono grazie a degli impulsi del sistema nervoso., quindi come detto prima, fattori di stress, come una carenza drastica e prolungata nel tempo di carboidrati, possono portare ad una difficoltà significativa nel contrarre i muscoli scheletrici durante gli allenamenti. Questa difficoltà nel contrarre i muscoli con una dieta troppo rigida è individuale, è soggettiva. Ci sono individui che presentano una minore difficoltà nella contrazione muscolare rispetto ad altri.

ALCUNE DOMANDE CHE VI FARETE A QUESTO PUNTO 

  1.  Quindi una dieta chetogenica può catabolizzare i muscoli scheletrici ?
  2.  I glucidi, sono da eliminare completamente?
  3.  Qual’è la percentuale dei macros da mantenere per una corretta chetogenica ?
  4.  Dopo quanti giorni di dieta chetogenica devo effettuare una ricarica di carboidrati?
  5. Nel giorno di ricarica, i carboidrati, fino a che ora possono essere assunti ?

RISPOSTE

  1. La risposta è si. La dieta chetogenica può catabolizzare i muscoli scheletrici che avete così tanto faticato ad ottenere se NON eseguita correttamente.
  2. Non bisogna eliminare COMPLETAMENTE i carboidrati da questa dieta ma ridurre la loro percentuale drasticamente rispetto ai lipidi e protidi. Le proteine , come detto prima, proteggono i muscoli dagli effetti catabolici di una carenza di glucidi, ma sono proprio i carboidrati che abbassano il livello di questi ormone.
  3. NON esiste una percentuale fissa di macro nutrienti da tenere in una dieta chetogenica. Ognuno di noi ha livelli ormonali diversi in base a moltissimi fattori . Anche la necessità di assumere più carboidrati, dipende dal tipo di lavoro che svolgiamo. Vi immaginate in piena estate con temperature di 30°c o oltre un muratore che per una settimana segue una dieta chetogenica ? Avrebbe dei malesseri per via di carenza di energia. Il caldo abbassa la pressione sanguigna quindi debolezza,inoltre carboidrati quasi inesistenti che porta meno energia presa dai glucidi perchè l’organismo sfrutta i grassi di deposito, quindi si ha una glicemia molto bassa chiamata ipoglicemia. Se noi seguissimo per 2-3 settimane questa dieta, andremmo per questo lasso di tempo ad avere meno forza per i nostri allenamenti diminuendo la percentuale di massa magra portandoci ad un circolo vizioso in cui più si perde massa muscolare e più si farà fatica a bruciare adipe perchè si andrà ad abbassare il metabolismo basale.   Quindi non cercate di seguire una dieta chetogenica composta dal 60% di lipidi e 40% di protidi perchè è errata come lo è il 70% lipidi e 30 di protidi.

Esistono varie tipi di diete chetogeniche in base all’individuo                                                              35% di protidi 5% di glucidi e 60% lipidi                                                                                                                          20% di protidi 5% di glucidi e 75 % lipidi SKD cioè standard                                                                                       Una tecnica che preferisco è quella di seguire la chetogenica per soli 3 giorni consecutivi come ad esempio venerdì sabato e domenica.Il venerdì , deve essere l’ultimo giorno d’allenamento.  In questo modo, il primo giorno di chetogenica, avremmo la forza di affrontare una sessione intensa di allenamento in quanto i chetoni nel sangue prodotti dal fegato, non si sono ancora liberati   .

  1. La dieta chetogencia deve essere di breve durata per persone che presentano valori di cortisolo molto elevati che solitamente sono persone molto stressate, nervose . Consiglio 3 giorni consecutivi ed 1 o 2 di ricarica. Per altri soggetti che non presentano livelli di cortisolo troppo elevato, questo tipo di nutrizione può essere protratta per 1 settimana anche più settimane per poi seguire una ricarica di carboidrati di 1-2 giorni.
  2. Nel giorno o nei giorni di ricarica, i carboidrati possono essere assunti fino a cena compresa senza incombere nel rischio di incrementare la massa grassa.

 

 

 

 

Daniele Personal TrainerDieta CHETOGENICA. Percentuali dei macronutrienti

Daniele Personal Trainer

Diploma Personal Trainer CSEN, lavoro solo on-line con professionisti e tecniche innovative che permettono di avere risultati ottimi. Attestato di rianimazione Cardiopolmonare . Offriamo alcuni servizi gratuiti ai nostri clienti come modifiche dei programmi personalizzati durante il percorso, controllo proprio video d'allenamento e controlli periodici. Specializzato in body building, fitness, pallacanestro, sport da combattimento, pallavolo,calcio, chinesiologia, ortostatismo, strategie alimentari per perdita di massa adiposa, tonificazione, aumento ipertrofia muscolare.Sono stato partecipe di spot pubblicitari con diversi vip: Pubblicità Viasat con Magda Gomes ed i Turbolenti ( porto di Varazze ). Parte assegnata Guardia. Pubblicità Kinder Bueno girata in una discoteca di Milano; parte assegnata Pubblico concerto. Pubblicità cartacea come modello dell'elettrostimolatore Fisioline. E-mail: personaltrainer_2013@libero.it Tel ufficio : 0143.392383 dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 19:00

LEAVE YOUR COMMENT